Che differenza c’è tra Cannabis, Marijuana e Canapa?

Differenza tra Cannabis, Marijuana e Canapa

Il mondo della Cannabis ancora oggi, purtroppo, è avvolto da tanta disinformazione e si tende a utilizzare i termini quali Marijuana, Cannabis e Canapa come sinonimi quando in realtà sono prodotti molto differenti tra loro. Scopriamo adesso che differenza c’è tra cannabis, marijuana e canapa. Buona lettura!

Marijuana e Cannabis

Cominciamo col dire che i termini Cannabis e Marijuana possono essere tranquillamente utilizzati come sinonimi perché la Cannabis indica il “genere di pianta della famiglia Cannabacee, con le varietà sativa e indica” mentre la “marijuana” (o marihuana) è uno dei “termini con cui vengono indicati i fiori e le foglie della Cannabis essiccate”.

Sostanzialmente, con il termine di origine messicana “Marijuana” si indica uno dei tanti prodotti, utilizzati in ambito ricreativo, che può ottenersi dall’essicamento delle piante di Cannabis!

Definizione di Cannabis

Come abbiamo anticipato nel paragrafo precedente, la cannabis è un genere di pianta che comprende diverse varietà e sottospecie. Le più note sono la Cannabis Sativa (presenta un fusto alto e longilineo e foglie snelle), la Cannabis Indica (dal fusto corto e dalle foglie larghe) e la Cannabis Ruderalis (considerata una variante light della Sativa poiché ha livelli di THC più contenuti).

Sebbene queste varietà appartengano allo stesso genere di pianta presentano sostanziali differenze sia per quanto riguarda le caratteristiche morfologiche che i contenuti biologici, il che le rende più o meno adeguate a scopi differenti.

La coltivazione ed il consumo anche ricreativo della cannabis ha origini antiche.

Fin dalla notte dei tempi, infatti, i fiori e le foglie della cannabis sono stati essiccati e triturati per essere vaporizzati con sistemi più o meno moderni (vaporizzatori o metodi classici) ed aspirati. Fin dall’età preistorica, gli estratti di cannabis sativa sono stati utilizzati per ricavarne prodotti medicinali e tranquillanti, mentre con quelli di indica agenti euforizzanti. Per non parlare dei tessuti realizzati nel Nord della Cina risalenti all’incirca 7000 a.C.!!

Gli usi della Cannabis si sono tramandati nei secoli, fino ad oggi e si sono anche ampliati nonostante in molte parti del mondo ne sia vietato il consumo, la produzione e la vendita per gli effetti psicotici causati dai cannabinoidi.

I recenti studi scientifici effettuati sulle piante di Cannabis hanno identificato oltre 60 cannabinoidi attivi tra cui i più celebri sono il THC e il CBD, utilizzati per le malattie neurodegenerative, neoplasie e per malattie autoimmuni.

È chiaro tuttavia che occorrono ancora molteplici studi e approfondimenti su tutti i benefici e le controindicazioni della Cannabis

Cannabis e Canapa

Se i termini cannabis e Marijuana possono essere utilizzati come sinonimi, non può dirsi la stessa per la Canapa.

Definizione di Canapa

Questa, infatti, sebbene appartenga alla stessa specie vegetale della cannabis ha un diverso quadro genetico che gli conferisce bassissimi livelli di THC, il Cannabinoide accusato di produrre effetti piscoattivi sui consumatori.

Non a caso le restrizioni sulla coltivazione della Cannabis spesso non si applicano alla Canapa a condizione che contenga livelli di THC inferiori allo 0,2%, almeno per le disposizioni vigenti in materia nel nostro territorio (Italia).

La differente composizione chimica delle due piante ne suggerisce impieghi diversi. La canapa, infatti, viene coltivata generalmente all’aperto e viene utilizzata per la produzione industriale di alimenti, carta e tessuti, a differenza della Cannabis che viene usata principalmente per scopi medici e ricreativi.

Nel mondo moderno, in cui l’attenzione per l’ecosistema è centrale, la canapa come prodotto assolutamente naturale e biologico può rappresentare una risorsa economica e sostenibile per tantissimi prodotti anche energetici.

La canapa, infatti, può essere considerato uno degli strumenti più potenti per la salvaguardia dell’ambiente poiché evita ed elimina il forte impatto ambientale causato da materiali derivati come la plastica.

Biologi ed ecologisti hanno osservato, ad esempio, come la pianta di Canapa riesca ad assorbire ed eliminare dal terreno anche residui di metalli pesanti come il piombo consentendo un più rapido recupero dell’equilibrio naturale dell’ambiente.

Potrebbe interessarti anche

Differenza tra Cannabis, Marijuana e Canapa

Differenza tra Cannabis, Marijuana e Canapa

Il mondo della Cannabis ancora oggi, purtroppo, è avvolto da tanta disinformazione e si tende ...
Leggi Tutto
La cannabis ed il sesso - Effetti

La cannabis ed il sesso

Negli anni, o meglio, nei secoli si sono tramandate centinaia di teorie sugli effetti della ...
Leggi Tutto
Smettere di fumare con olio di CBD

Smettere di fumare con Olio di CBD

Quante volte, preso da un rimorso di coscienza, dall'inizio di un percorso salutistico, per questioni ...
Leggi Tutto

La cannabis danneggia il cervello degli adolescenti?

Le cellule che formano il tessuto nervoso hanno la funzione fondamentale di ricevere, elaborare e ...
Leggi Tutto

Differenze tra Cannabis Sativa e Cannabis Indica

Quante volte ti sei chiesto quale differenza c'è tra i vari strain di Cannabis Indica ...
Leggi Tutto